Nei laboratori del Centro Laser, un sistema interamente progettato e realizzato dai ricercatori del Centro permette di scrivere sul vetro, materiale “difficile” per definizione, fotografie, codici, e QR-Code per accedere a contenuti web.
Bisogna appoggiare il vetro ad una lastra metallica, acciaio o alluminio, ad esempio, e fare in modo che aderiscano perfettamente. Poi il laser agisce: attraversa il vetro senza intaccarlo, colpisce il metallo e ne vaporizza piccolissime particelle, che immediatamente si attaccano al vetro. Sembra una tecnica banale, eppure le prime pubblicazioni scientifiche che la descrivono sono di pochi anni fa, e vengono dal Giappone. Si tratta di uno dei modi più sicuri, rapidi e qualitativamente elevati di scrittura sul vetro, materiale “difficile” per definizione.
Oggi nei laboratori del Centro Laser, grazie ad un sistema di microlavorazioni laser interamente progettato e realizzato dai ricercatori del Centro, questa tecnica viene riprodotta con precisione ed affidabilità. Effetti cromatici decorativi, persino fotografie, codici di sicurezza per il settore automobilistico… sul vetro si può scrivere di tutto. Come, ad esempio, per citare il caso più popolare e di tendenza, i QR-Code, grazie ai quali è possibile associare ad un oggetto in vetro, ma non solo, un link a contenuti web specifici ed a pagine sui social network relative all’oggetto stesso.