Questa che vi racconto è una particolare storia d'innovazione, un'innovazione che esula dal mondo  imprenditoriale per germogliare da una realtà associativa in quote totalmente rosa. Incontro Simona, presidente di SMYSLY, in un assolato pomeriggio barese e quel che segue è per me un giorno in cui ho avuto la possibilità di arricchirmi di Vita. La nostra storia inizia così ... Simona vive una disabilità in famiglia e decide, nel corso dei suoi studi universitari, di approfondire questa tematica, la disabilità, rapportandola al proprio vissuto e quindi alla difficoltà di superare gli ostacoli esistenti per godere della visita in un museo: la sua tesi universitaria, pertanto, ha per oggetto la 'accessibilità universale', intesa come superamento delle barriere architettoniche e fruibilità dei beni museali attraverso l'utilizzo di tutti i sensi. Conseguita nel 2009 la laurea a Ferrara, nel 2010 Simona torna nella sua terra natia, in provincia di Bari, a Corato; e qui insieme a Linda e Cristina, prende corpo l'idea di applicare il progetto “disabilità museale” alla fruibilità del Parco Nazionale dell'Alta Murgia, progetto che risulterà vincitore del bando PRINCIPI ATTIVI 2012. Oggi SMYSLY è un'associazione di promozione sociale, è Simona, Linda e Cristina, è tre Persone con  un cuore grandissimo. SMYSLY, tradotto dalla lingua ceca, significa 'sensi'. E quello realizzato da queste tre giovani e intraprendenti ragazze è proprio un progetto multisensoriale la cui finalità è l'accessibilità universale, ovvero consentita a tutti, normodotati e diversamente abili, del Parco Nazionale dell'Alta Murgia. La multisensorialità, strumento scelto e adoperato per superare le barriere architettoniche, si realizza attraverso l'utilizzo della joelette e di tavole tattili con immagini a rilievo, targhette descrittive in large print e linguaggio braille. La joelette è una particolare carrozzella da 'fuori strada', le cui caratteristiche tecnico – costruttive le consentono di essere utilizzata in percorsi altrimenti non battibili dalle normali carrozzelle per disabili: ha una sola ruota, sospensione e freno, ed è condotta da due accompagnatori, posti anteriormente e posteriormente alla persona accompagnata: in questo modo, nella Murgia barese, chiunque ha pari dignità.   www.smysly.it