Prendi un museo e trasformalo in uno spazio del racconto a misura di bambino. Prendi il denaro che daresti ad una babysitter mentre lavori e dimezzalo. Prendi le uniche cose che sai davvero di ricordarti della tua infanzia, tutte legate ad una esperienza. Da qui nascono i laboratori didattici di LeDa.LeDa coltiva e promuove una innovativa formula di apprendimento ludico e immersivo, riempiendo di vita un luogo che altrimenti spesso resterebbe freddo e quasi sempre deserto, risolvendo in contemporanea anche il problema delle scarse risorse umane fornite dalle pubbliche amministrazioni per la gestione dei beni culturali.L’associazione è composta da un gruppo di educatori museali ed art tutor che crede che il mondo dell’arte debba essere illustrato in modo interattivo, per invitare il fruitore, bambino o adulto che sia, all’osservazione curiosa e alla discussione, attraverso attività ludico-artistiche che consentono di sperimentare l’arte in prima persona. “Ci piace approfondire diversi linguaggi, forme e temi nuovi, suggerendo percorsi di lettura dell’opera d’arte sempre originali, per continuare a stimolare la creatività del fruitore. Con i nostri servizi educativi all’interno del Museo Must di Lecce ed istituzioni culturali vogliamo “aprire il sipario” su di un patrimonio vastissimo, così significativo e denso d valori culturali per la nostra identità ma che di frequente non viene compreso nella sua totale ricchezza e bellezza.” www.ledalaboratori.it
Chiave di Volta è una cooperativa di giovani laertini accomunati da una grande passione per l’arte e dall’amore per la propria terra, passione che viene espressa nel settore dei beni culturali, del turismo, dell’artigianato e del design, in chiave del tutto innovativa e in continua evoluzione. Nel 2012 partecipa al bando regionale Principi Attivi e vince con il progetto dal nome “Brand in Lab: re-design di un’arte antica”. Da questa esperienza nasce il brand MYolica, attraverso il quale si intende celebrare e conseguentemente allargare la conoscenza della maiolica di Laterza. I decori antichi, rivisitati in chiave “pop”,si animano e prendono nuove forme nella struttura di un ombrello,sul cassetti di una scrivania, nelle geometrie di un cuscino, nelle pieghe di un vestito, nelle linee di una cornice.