La Associazione Salento Bici Tours è l’unico tour operator in Puglia che si occupa di turismo sulle due ruote lente. L’inizitiva è nata nel 2011 ha sede nel Salento e grazie ai soci promotori amanti dello sport all’aria aperta,  ora si può visitare la Puglia utilizzando il mezzo ecologico delle due ruote e scoprire le bellezze sia della costa che dell’entroterra utilizzando circa cinquecento chilometri di strade immerse nella natura incontaminata e lontane dalle strade trafficate e pericolose. La Associane Salento Bici Tours si è specializzata sia nel turismo locale, per coloro che vogliono scoprire il proprio territorio utilizzando la bici sposando il movimento con   la scoperta delle ricchezze del territorio inteso come bellezze naturalistiche, ma anche con visite ad aziende che hanno investito nella produzione biologica, oppure per visitare botteghe di artigiani che hanno dato lustro alla salentinità nel mondo. La associazione, benché con pochi anni di vita, è stata capace di aver instaurato contatti anche a livello internazionale con tour operator esteri, garantendo l’arrivo nella nostra terra di gente che amante del viaggio in bicicletta, non avrebbero avuto l’occasione di farlo ed infatti  circa 100 stranieri hanno visitato il tacco d’Italia grazie a questa associazione. L’associazione Bici Tuor è anche altro. E’ anche ISLOWYOU dal 2014. Con tale denominazione l’associazione persegue altri progetti come: 1)      E’ “Centro di mobilità lenta del Sal Salento di mare e di pietra”, con varie sedi a Felline,  Lido Conchiglie; Seclì e Torre Suda, tutte località in provincia di Lecce. Con tale progetto la associazione gestisce sia le attività collegate prettamente alle biciclette, ma anche svolge attività ludiche per bambini e adulti; 2)      Bar Cycling Caffe nella sede di Lido Conchiglie dove gli amanti delle due biciclette si possono fermare a rinfrescarsi ma [...]
“ArsVivens è nata nel 2012 con il progetto Visite Virtuali: un’idea per le mostre in Puglia. L’ innovazione di questa realtà consiste nell’applicare la realtà virtuale alle esposizioni d’arte temporanee, lasciando in questo modo oltre al catalogo cartaceo un’altra traccia indelebile. I virtual tour, realizzati con sofisticate tecniche quali la fotografia fish-eye e la geosfera per la proiezione tridimensionale, consentono al fruitore di muoversi liberamente e interattivamente all’interno della location della mostra. La tecnologia fotografica usata garantisce un’altissima qualità nella riproduzione delle sale e permette all’utente di vivere un’esperienza immersiva e coinvolgente con la possibilità di soffermarsi su un’opera d’arte, spostare lo sguardo nella direzione che preferisce, approfondire attraverso i pop up ciò che preferisce. Con il mouse o direttamente con la mano, a seconda del device di fruizione si può osservare l’ambiente a 360° sia in orizzontale che in verticale. È così possibile “visitare” una mostra ogni qual volta lo si desidera per diletto, per studio o semplicemente per curiosità, anche stando comodamente seduti sul divano di casa. Oggi ArsVivens è una realtà in crescita che continua ad avvicinare la gente all’arte utilizzando modi innovativi e non convenzionali.   www.arsvivens.it