In  un  vecchio   casolare  del ‘500 , nella campagnia di Copertino ( Lecce ) , sorge  “Ten Ten  Stompboxes  S.R.L.S.  giovane realtà imprenditoriale targata Salento , nata da circa un anno grazie a Principi Attivi bando della Regione Puglia.  I ragazzi del “triangolo”, giovani ed innovativi , consumatori voraci di musica, musicisti per passione e la loro “Ten Ten Devices”,  azienda produttrice di effetti per chitarra, nuovi, colorati, curati nel dettaglio sia dentro che fuori, pratici. Nuovi, perché finora nessuno aveva mai prodotto un distorsore triangolare ed in particolare non c’era ancora in commercio un “pedale” da attaccare direttamente sulla chitarra. Curati nell’immagine per la scelta della forma, dei materiali, della grafica, del packaging. Oggetto per un target alternativo, sperimentale ed innovativo. Analogico, fatto a mano, in plexiglass, si attacca con tre potenti  ventose alla chitarra, al  basso, sul sintetizzatore e alla batteria  e va dalla distorsione primitiva a suoni più morbidi e classici. L’azienda , ad oggi, si rivolge principalmente ad un mercato internazionale con risultati positivi in forte crescita.   www.tentendevices.com
L’Azienda Monaci è una bellissima masseria immersa nel verde salentino. Severino Garofano, arriva in Puglia dall’Irpinia nel 1955, inizia così il suo rapporto con il Negroamaro. Si è occupato di ricerca, di consulenza, di legislazione, ha lavorato con l’Associazione Enotecnici Italiani ha diretto per 50 anni la Cantina Sociale di Copertino, finchè nel 1995, sempre a Copertino, fonda l’Azienda Monaci, rilevando un’antica struttura produttiva composta da una vecchia Masseria padronale di metà 1800, una cantina di vinificazione e trenta ettari di vigneto. La cantina per la vinificazione si compone di spazi per la produzione, per l’affinamento in legno e l’invecchiamento in bottiglia dei vini da destinare al mercato. Da più di mezzo secolo questa azienda esporta su quasi tutti i mercati europei i suoi vini da Negroamaro. La maggior parte di essi è costituita dal Copertino a “denominazione di origine controllata”, al quale si accompagnano altri rossi, con notevole successo, ed anche vini bianchi provenienti da varietà locali e da vitigni extra-regionali. L’azienda si compone di 5 dipendenti fissi, 3 amministrativi e due in cantina e 10 stagionali per il periodo della vendemmia e per le coltivazioni. Stefano e Renata sono i figli di Severino, entrambi portano avanti il progetto del padre, mettendoci passione e un pizzico di dinamismo, proprio delle nuove generazioni. Renata  si occupa tanto dell’area amministrativa quanto delle pubbliche relazioni, insieme al fratello Stefano, ha conseguito il Diploma di Sommelier con l’AIS. È anche Donna del Vino e membro dell’AGIVI, l’Associazione dei Giovani Imprenditori Vitivinicoli. Stefano ha accompagnato il padre nei viaggi studio nelle varie aree vitivinicole del mondo e nei grandi mercati del vino, apprendendone l’esperienza e la passione. Nell’azienda di famiglia si occupa di Marketing, pubbliche relazioni, contatti con la clientela, italiana ed estera. E’ in questo [...]