La prima edizione

Sentinelle d’Innovazione è la prima mappatura fotografica della Puglia che innova nel lavoro promossa da ARTI Puglia per raccontare e mettere in connessione le piccole grandi storie di innovazione del territorio interpretate per reti di prossimità dai giovani fotografi pugliesi. Le storie fotografiche selezionate hanno dato vita alle prime polaroid georeferenziate dell’innovazione pugliese, veicolate attraverso:

> una mappatura digitale dell’innovazione nel lavoro in cui ciascuna immagine è collegata ad un luogo fisico di innovazione e conduce alla scheda di approfondimento con una gallery e un piccolo racconto della storia d’innovazione; è questa una piattaforma di aggregazione di dati, informazioni, persone e storie in continua evoluzione, costituisce un archivio digitale in progress della Puglia che innova nel lavoro;

> un album dell’innovazione, che raccoglie la selezione delle più interessanti storie di innovazione nel lavoro in Puglia;

> una mostra fotografica, che combina mediante un percorso espositivo i più significativi racconti fotografici.

Obiettivi
Sentinelle d’Innovazione nasce da una chiamata alle arti rivolta ai fotografi pugliesi, affinché si facciano testimoni delle storie di innovazione nel lavoro, antenne radicate nei territori, capaci di dar voce, attraverso immagini e brevi racconti, alle storie di innovazione nel lavoro in Puglia. L’iniziativa intende richiamare l’attenzione della popolazione pugliese sui significati e sulle innumerevoli forme dell’innovazione nel lavoro, coinvolgendo in primo luogo i giovani fotografi pugliesi, a cui abbiamo chiesto uno “spostamento dello sguardo” per rintracciare e raccontare le storie di innovazione all’interno della propria rete territoriale di contatti. Attraverso lo sguardo rinnovato dei fotografi, le storie di innovazione sono arrivate alla popolazione con l’immediatezza e la forza comunicativa di una immagine fotografica e di un breve testo, diventando le polaroid georeferenziate di innovazione.

Questa mappatura consente non solo di “visualizzare i puntini”, ma anche di connetterli tra loro: i fotografi hanno la possibilità di avviare rapporti professionali con i poli dell’innovazione che avranno raccontato; le singole realtà innovative possono conoscere e intessere relazioni utili con le altre realtà territoriali con cui condividono obiettivi e strategie.

Dove abbiamo indagato
Nelle aziende, nelle università, nei distretti tecnologici e produttivi, nei laboratori e negli enti di ricerca, ma soprattutto nelle persone, vera chiave di (s)volta per l’innovazione: le loro competenze, la loro visione, le loro azioni e il loro approccio nuovo alle cose, volti a cercare soluzioni innovative in uno scenario lavorativo liquido e costantemente in evoluzione.

Cosa abbiamo raccontato
Storie georeferenziate di innovazione. Di prodotto, di processo, organizzativa, gestionale, commerciale, di sistema. Non necessariamente nuove aziende o nuove realtà: abbiamo piuttosto posto l’attenzione sulle nuove competenze, sui nuovi approcci e sui nuovi strumenti innescati all’interno di realtà lavorative e che hanno consentito, per esempio, ad una azienda di affrontare la crisi, di entrare in un mercato internazionale, di migliorare la propria competitività puntando sull’innovazione.

Ciascuna storia di innovazione è composta da:
  • un titolo
  • un luogo
  • un racconto fotografico (fino a 20 scatti per ciascuna storia)
  • dati della realtà innovativa
  • dati del fotografo
  • breve descrizione (250 caratteri spazi inclusi)
  • descrizione completa (1200 caratteri spazi inclusi)
I numeri di sentinelle
Hanno risposto alla chiamata alle arti 70 fotografi pugliesi, che hanno candidato 110 storie di innovazione, tra le quali sono state selezionate 50 storie fotografiche. Le storie più significative sono state selezionate per entrare a far parte del primo album dell’innovazione nel lavoro e di una mostra fotografica, allestita in Fiera del Levante nel settembre 2014, presso il Centro Polifunzionale per gli Studi dell’Università di Bari (Palazzo Ex Poste).

La seconda edizione
Attualmente è in corso la chiamata alle arti per la candidatura alla seconda edizione di Sentinelle d’Innovazione: i fotografi, gli scrittori, i videomaker e fumettisti pugliesi con una storia di innovazione nel lavoro da raccontare possono inviare la propria candidatura qui o richiedere maggiori informazioni via mail all’indirizzo: sentinelle@arti.puglia.it

Il progetto “sentinelle d’innovazione” nasce all’interno della misura “Innovazione per l’Occupabilità”, nell’ambito del Piano Straordinario per il Lavoro (PO FSE 2007-2013, Asse VII “Capacità istituzionale”), con il molteplice obiettivo di promuovere l’inserimento di giovani diplomati e laureati nel mercato del lavoro, rafforzare i profili di competenze dei giovani disoccupati in accordo ai bisogni di conoscenza e innovazione delle imprese regionali, migliorare la capacità innovativa e la competitività delle imprese regionali attraverso l’inserimento di capitale umano qualificato.